Sito E-Learning

 

Blog

Home Blog Authoring e progettazione

Progettare l’e-learning accessibile

2 ottobre 2015 | eLearning per tutti

Come progettare un corso fruibile da parte di discenti con disabilità visive, uditive o motorie?

 

Progettare l’e-learning accessibileGrazie al superamento dei vincoli spazio-temporali, connessi alle tradizionali attività formative in presenza, l’e-learning rappresenta una risorsa strategica per rispondere efficacemente ai bisogni educativi speciali dei discenti con disabilità.

Gli standard internazionali esistenti (W3C o lo standard ISO9241) hanno finora affrontato il problema relativo all’accessibilità solo da un punto di vista tecnologico, tralasciando quello didattico specifico dell’e-learning, ossia l’accesso a contenuti, risorse e attività.

 

La community eLearning Heroes di Articulate ci viene incontro stilando una lista di 6 buone pratiche nell’ebook “6 Best Practices for Designing Accessible E-Learning”:

  1. Rendi il tuo corso accessibile da tastiera. I discenti con problemi totali o parziali di vista devono poter accedere ai contenuti senza la necessità di puntare un cursore su uno schermo. Sul piano della progettazione di un corso e-learning, ciò significa evitare qualsiasi attività che preveda l’utilizzo del mouse (un test di assessment che richiede una risposta tramite drag&drop, ad esempio).
  2. Prevedi sempre del testo alternativo. In presenza di immagini o altri oggetti come clipart, grafici, tabelle, etc., occorre sempre prevedere del testo alternativo visualizzabile al passaggio del mouse. Questo testo consentirà agli utenti che utilizzano screen rea6 Best Practices for Designing Accessible E-Learning, Articulate 2015der (software di lettura dello schermo) di accedere ai contenuti che nel corso sono veicolati attraverso immagini in una modalità alternativa.
  3. Ordina oggetti e testi tenendo sempre presente il discente e le sue esigenze. Gli ipovedenti fruiscono gli oggetti presenti in una slide partendo da sinistra e andando verso destra e dall’alto verso il basso, per cui sarà necessario ordinare testi e oggetti all’interno del corso e-learning nello stesso modo. I pulsanti “Invia” e “Avanti”, ad esempio, dovranno essere collocati in basso a destra nella schermata, così da essere letti per ultimi dagli screen reader. Sempre per la stessa ragione, sarà opportuno evitare l’utilizzo di testo in colonne: leggendo la schermata da sinistra a destra, gli screen reader non terrebbero conto della divisione in colonne.
  4. Progetta un’esperienza di navigazione piacevole. Immaginiamo che un discente ipovedente segua un corso di 30 slide dove su ogni schermata è presente una barra laterale con una serie di pulsanti. Ad ogni slide lo screen reader leggerà le etichette presenti su tutti i pulsanti. Non dovremmo sorprenderci se il nostro discente dovesse addormentarsi davanti allo schermo! Per far fronte a questo problema basterebbe prevedere la possibilità di spegnere la barra.
  5. Utilizza con cautela audio e video. Anche se può sembrare una sfida, progettare corsi destinati a discenti con disabilità visive e auditive che comprendano anche contenuti audio e video è possibile. Basta seguire una serie di accorgimenti. Il primo fra tutti è l’utilizzo di sottotitoli e trascrizioni, da rendere disponibili in box facilmente richiamabili tramite appositi pulsanti.
  6. Tieni in considerazione le necessità dei discenti con difficoltà visive. Nella progettazione del corso si dovrà tenere conto che mentre i discenti senza difficoltà visive hanno a disposizione il mouse, la tastiera e i loro occhi per navigare il contenuto,  gli utenti ipovedenti  potranno contare solo sulla tastiera e sul software di lettura dello schermo. Sarà quindi necessario fornire istruzioni dettagliate su come completare un task utilizzando la tastiera e prevedere sempre del testo alternativo e delle etichette testuali.

 

Una progettazione didattica che tenga conto di questi accorgimenti consentirà di realizzare percorsi e-learning senza barriere, capaci di rispondere alle esigenze di tutti i discenti.

 

Fonte: 6 Best Practices for Designing Accessible E-Learning, Articulate 2015, https://community.articulate.com/e-books/6-best-practices-for-designing-accessible-e-learning

Argomenti

Archivio

Tag cloud