Sito E-Learning

 

Blog

Home Blog

10 parole che dovresti conoscere dell’e-learning

27 marzo 2014 | Blog

Sei nuovo del settore dell'e-learning? Stai ascoltando parole che sembrano una lingua diversa dalla tua? Imparare una nuova terminologia del settore a volte può essere difficile, così come ci può essere un enorme impegno di tempo. Queste sono 10 parole di cui si dovrebbe avere familiarità appena si inizia il viaggio nel mondo dell’ e-Learning!

  1. Learning Management System : Comunemente indicato come un LMS, questa piattaforma software online pubblicherà, gestirà, monitorerà i risultati e crearà report per i corsi on-line e di formazione.
  2. M-Learning : Mobile Learning, o m-Learning, è una grande tendenza nel settore e-Learning oggi e continua a crescere. Con m-Learning, i tuoi studenti possono accedere alla formazione on-line utilizzando i loro smartphone o tablet. M-Learning sta cambiando il modo in cui gli sviluppatori pensano di e-Learning e la loro creazione di contenuti e metodi di consegna.
  3. SCORM : acronimo di “Shareable Content Object Reference Model" (Modello di Riferimento per gli Oggetti di Contenuto Condivisibile) è una raccolta di specifiche tecniche che consente la tracciabilità, la condivisione e la riutilizzabilità dei contenuti didattici.
  4. Tin Can API : Tin Can è la prossima generazione di SCORM e consente di raccogliere dati circa la vasta gamma di esperienze di apprendimento che una persona incontra online o offline. The Tin Can API solleva molte delle restrizioni tipiche dell’e-learning e acquisisce i dati in un formato coerente su una persona o attività di gruppo da più tecnologie.
  5. Gamification : tecniche che trasformano contenuti e-Learning in un'esperienza interattiva e coinvolgente per gli studenti. La Gamification presenta i contenuti didattici per i corsisti in modo divertente e unico e può includere elementi di gioco come ricompense, livelli di difficoltà successivi, titoli o badge. Molto interessanti i Business Game che sono giochi di ruolo basati su simulazioni della realtà aziendale.
  6. Blended Learning : Blended Learning combina la formazione in aula con la formazione web-based on line per una flessibilità ancora maggiore.
  7. Social Learning : Collaborazione, brainstorming e la discussione con i colleghi sono tutte attività di apprendimento sociale. Nell'ambito dell'e-Learning, questo potrebbe essere qualsiasi cosa, da utilizzare i social media per i thread di discussione o chat dal vivo all'interno del corso di e-Learning.
  8. Storyboard : le sceneggiature consentono agli sviluppatori di delineare corsi e-Learning prima che inizi il processo di sviluppo di e-Learning. Questo aiuta i progettisti a identificare testi, immagini e altri elementi che vogliono incorporare durante il corso.
  9. Rapid e-Learning Software : Con questi strumenti è possibile creare corsi e-Learning rapidamente, quando si ha poco tempo per pubblicare il progetto finito. Alcune caratteristiche del rapid software che include modelli e procedure guidate.
  10. M.O.O.C. : Short for Massive Open Online Course, è un termine di cui sentiremo parlare sempre più spesso data la portata sempre più vasta di questi corsi on line assolutamente aperti a tutti e per questo sempre più popolari e spesso  focalizzati su una disciplina accademica (ma non sempre). I programmi più richiesti Mooc includono EDX e Coursera. 

Mario De Vita


Lascia un commento

Argomenti

Archivio

Tag cloud